La Brioche

Prima Colazione
Brioche Fior di Latte

Tra qualche mese diventerò zia per la seconda volta. Inutile dire quanto questa cosa mi riempia di gioia e, anche se potrò vedere la mia nipotina soltanto per poche occasioni durante l’anno, spero davvero di riuscire a farle sentire la mia presenza. Credo fermamente che con tutti i mezzi che abbiamo ai nostri giorni a disposizione ci voglia veramente poco per far sentire la nostra vicinanza e se poi la cosa è reciproca la distanza fisica finisce quasi per annullarsi. Non biasimo comunque chi fatica a mantenere i contatti, la nostra vita è piena zeppa di avvenimenti e impegni, e siamo sempre presi dal vortice di pensieri che riguardano la nostra stretta cerchia di attività e frequentazioni giornaliere. Anche io fatico a volte ma so di esserci per loro, per ogni persona che ho incontrato nella mia vita, nessuna esclusa.

Ma torniamo alla mia futura nipotina e alla sua mamma che qualche giorno fa avanza una richiesta e, come tutti sappiamo, quando una donna incinta fa una richiesta espressa di cibo non si può indugiare! Ecco che mi sono messa subito all’opera per preparare la mia (e la sua !) brioche preferita. E’ lei , la Brioche Fior di Latte dei miei amati Fables de Sucre che seguo dal lontano 2013, partecipando anche a 3 corsi con loro come docenti… ricordo con gioia vera e un pò di malinconia quei momenti. La ricetta di questa brioche è popolare sul web ed in origine sul loro blog esisteva solo la versione con il lievito madre, successivamente è stata declinata da loro stessi nella versione più veloce con lievito di birra . Ho utilizzato molte volte questo impasto formandolo in diversi modi: a cornetto, brioche rotonde, intrecciate e anche a forma di pan brioche farcito in vari modi, si presta veramente bene bisogna avere l’accortezza di controllare la lievitazione al raddoppio osservando l’impasto. Anche i tempi di cottura e la temperatura del forno variano in base alle differenti pezzature, di solito sono tempi più brevi (15 minuti) e temperature più alte (180°) per le pezzature piccole.

Adesso sono qui che mi domando se anche la mia nipotina apprezzerà questa brioche, aspetto il momento in cui potrò fargliela assaggiare, magari accompagnata da un bicchiere di latte, in una bella mattina di primavera a colazione e aspetto lei, la Briochina più dolce!

E voi…. provate, condividete e siate portatori di buonumore sempre!

Poppy

Il plumcake soffice alla panna

Prima Colazione

Da quando ho un marito e due figli ho sempre prestato attenzione alla prima colazione. In realtà per me è sempre stato un momento cruciale che da l’impronta alla giornata tanto da non poter iniziare nulla senza aver fatto prima colazione e nelle rare volte in cui capita succede che combino solo dei disastri! Non so perché ma nella mia mutevolissima routine è come un punto fermo senza il quale il mio mondo si destabilizza. Qualcuno dirà : “Eeeeh ma quanta importanza per un momento che per molti è fatto da un caffè veloce e all’impiedi “ ma a me piace dedicare il giusto tempo alla colazione e quando capita che ci sediamo tutti insieme è per me il modo ideale di iniziare la giornata .

I miei non amano molto il latte e preferiscono yogurt o succo da bere mentre io non posso rinunciare al mio cappuccino fatto in casa al quale segue sempre un bel caffè doppio. Inutile dire che spesso abbiamo torte o muffin da gustare a colazione, ne ho provate veramente tante, semplici e più elaborate, crostate varie e cupcakes. Questa volta era da un po’ che eravamo senza e ripiegavamo sui classici biscotti o pane tostato, poi apro il frigo e vedo della panna fresca in scadenza, avanzata dalla preparazione del gelato dei giorni prima. Mi metto quindi alla ricerca di una ricetta sui miei blog preferiti e trovo questo buonissimo plumcake https://www.madamegateau.it/plumcake-alla-panna-senza-burro-e-olio/ Seguo questo blog e l’autrice Marilisa non da molto tempo, ma ho già provato alcune ricette e sono tutte ben riuscite. Marilisa e il suo blog mi affascinano molto, trovo che i suoi scatti siano molto belli e spero un giorno,con tanta pratica e studio, di ottenere risultati simili.

Nel frattempo,pian pianino ,ho recuperato l’attrezzatura di base e mi applico nella pratica e nello studio. Ho ampio margine di miglioramento … ma come sempre nella vita mai arrendersi!

Se vi va provate a fare questo plumcake che è senza burro e senza olio e ditemi se anche a voi è piaciuto tanto quanto a me, inzuppato nel latte o con Nutella spalmata sopra lo apprezzerete senza dubbio.

Perciò … provate, condividete e siate portatori di buonumore sempre!

Poppy